Crisi di Governo, cosa può succedere?

Crisi di Governo, cosa può succedere?

Occhi puntati sulla situazione del Governo Italiano.

La coalizione di Governo, formata dall’alleanza Giallo Verde tra Movimento 5 Stelle e Lega, sembra essere al capolinea, anzi togliamo il sembra.

Matteo Salvini ha usato in questo periodo di governo la comunicazione al meglio, nel perfetto stile usato da Trump durante la campagna elettorale che l’ha portato alla Presidenza degli Stati Uniti.

Partendo da una situazione di sfavore elettorale, essendo il partito meno forte dal punto di vista dei voti, ha sovvertito il peso delle forze politiche di Governo, diventando di fatto il timoniere della coalizione.

Sicuramente Di Maio & Friends hanno le loro colpe, essendosi dimostrati impreparati dal punto di vista politico, e avendo scelto forse il partner errato per cavalcare questa avventura nella loro prima elezione vinta. Anche se come alternativa, il PD alle ultime elezioni era sicuramente un interlocutore fortemente debole.

Salvini, ben sapendo che la linea politica tra i due schieramenti era fortemente lontana, si è turato il naso, ha accettato di accantonare i suoi alleati storici(Fratelli D’Italia e Berlusconi) per perseguire i suoi scopi.

E, a quanto pare, finora i risultati sono dalla sua. Un mare di consensi dal popolo, stimolati cavalcando l’onda del malumore e del populismo su temi che toccano il nervo scoperto della parte dei cittadini più estremista. Anche Il M5S dal canto suo ha vinto a Roma attuando più o meno la stessa strategia, giocando sui mancati risultati dei rivali politici.

Ed Ora? Cosa succede sul fronte politico in questo nuovo scenario che si va delineando?

Se Mattarella opta per indire nuove elezioni, quali saranno i nuovi schieramenti?

Lega, come pilota dello schieramento di centro destra, con chi?

“Vado pure da solo. Poi, vediamo, potremo scegliere dei compagni di viaggio. Intanto andiamo al voto”, aveva detto il segretario della Lega. Successivamente, invece “Abbiamo un’idea di Italia per i prossimi cinque anni che sottoporremo a chi la condivide con noi”. Partendo quindi prima sull’onda dei consensi, ha poi fatto un piccolo retrofront Matteo Salvini, consapevole che forse i numeri per viaggiare da soli la Lega ancora non li ha maturati.

Torna quindi in piazza l’alleanza palesata dalla FrontWoman di Fratelli D’Italia, che corteggia un accordo con Salvini già dall’inizio dei tempi.

La Meloni, supportata figure politiche di lungo corso, come il Questore campano Edmondo Cirielli, valido potenziale candidato anche alle elezioni regionali campane, si trova in una posizione di crescita dei consensi, e dai sondaggi dell’IPSOS risulta un valido alleato per raggiungere i numeri che interessano a Salvini per governare. E sarebbero comunque appoggiati in una coalizione dal partner storico di Forza Italia.

Movimento 5 Stelle, quale scenari?

Di Contro Il movimento di Di Maio esce con le ossa rotte dal confronto e dalla caduta di Governo, avendo inanellato una serie di scelte che hanno fatto allontanare l’elettorato che li ha fatti emergere come il primo partito alle ultime elezioni.

Lo Scenario che appare in questo momento, con un possibile anzi quasi certo ritorno di Renzi in sella nel Centro-Sinistra, porterebbe i pentastellati ad una alleanza con il gruppo del PD che è più vicino e per punti più condivide scelte e pianificazioni. Zingaretti non crediamo sia totalmente d’accordo, ma rimane che il nucleo Renzi è sempre molto apprezzato a Sinistra.

Se questo matrimonio si farà, forse per Salvini non sarà così facile vincere ed andare al Governo in caso di elezioni, come in realtà la percezione ci racconta.

 

 

Lascia un commento